Report di venerdì 15 maggio

Come sta andando la pandemia di Coronavirus nel mondo

Come sta andando la pandemia di Coronavirus nel mondo
15 Maggio 2020 ore 16:50

Venerdì 15 maggio 2020

di Martino Ongis

Mondo
— Dopo il nuovo focolaio scoppiato da alcuni locali notturni di Seoul, la Sud Corea ha testato 46 mila persone. Il focolaio ha portato all’infezione di 153 persone: 90 presenti direttamente nei locali notturni, gli altri 63 erano loro amici, parenti, e colleghi.
— Il Brasile ha riportato un nuovo record di 13.994 casi di Covid-19 in sole 24 ore. Il numero di casi totali ha superato quota 200 mila.
— Il numero di test effettuati in India ha superato quota due milioni. Il Pakistan ha annunciato di riaprire i voli domestici a partire dal 16 maggio.
— Il Vietnam è il Paese più popoloso al mondo senza nessun decesso accertato per Covid-19.
— Secondo un gruppo di esperti dell’OMS, nel continente africano Covid-19 potrebbe infettare 250 milioni di persone e ucciderne 150 mila entro un anno.

Europa
— La Slovenia è il primo Paese al mondo a dichiarare finita l’epidemia di Coronavirus.
— Più di 12.500 decessi in Inghilterra e Galles sono stati registrati nelle case di cura. Il numero rappresenta il 27.3 per cento dei decessi totali registrati nei due Paesi.
— Secondo il dipartimento della salute del Regno Unito, un centinaio di bambini avrebbero sviluppato una strana sindrome infiammatoria legata al Coronavirus, che negli ultimi giorni è stata riscontrata in diversi Paesi. Un aggiornamento sulla situazione nel Regno: numero di nuovi casi in salita, numero di nuovi test in salita, numero di nuovi decessi in discesa. Ieri sono stati riportati 3.446 nuovi casi e 428 nuovi decessi, per totali rispettivi di 233.151 e 33.614.
— Il Portogallo ha riportato sei nuovi decessi legati a Covid-19 nelle ultime 24 ore, il numero più basso da marzo.
— In Italia, la Serie A potrebbe tornare il 13 giugno. Intanto, alcuni scienziati hanno avvertito che il Paese avrà una seconda ondata di Coronavirus. Il ministro della Salute ha affermato: «Saremo pronti». Un aggiornamento sui trend di diffusione del virus: numero di nuovi casi in salita, numero di nuovi test in salita, numero di nuovi decessi in salita, numero di ospedalizzazioni in discesa, numero di persone in terapia intensiva in discesa. L’Italia ha riportato ieri 992 nuovi casi e 262 nuovi decessi, per totali rispettivi di 223.096 e 31.368.

Stati Uniti
— Il Texas ha registrato un nuovo record giornaliero nel numero di nuovi casi: 1.636. L’epidemia sta accelerando nello Stato: ad aprile ci sono stati venti giorni con meno di 900 nuovi casi confermati, mentre a maggio solo un giorno.
King County, a Washington State, uno dei primi focolai degli Stati Uniti, ha riportato zero nuovi decessi per Covid-19 per la prima volta in due mesi.
— Il governatore di New York Andrew Cuomo ha firmato un ordine esecutivo per estendere l’ordine di stare a casa in alcune regioni dello Stato, che includono New York City. Queste aree – che ancora non rispettano i criteri per la riapertura- rimarranno chiuse almeno fino al 28 maggio.
— Le Hawaii annunciano di voler estendere fino alla fine di giugno l’ordine di stare a casa e bloccare il turismo.
— Una pilota americana è deceduta in un incidente aereo mentre stava portando materiale per testare il Coronavirus in un villaggio remoto dell’Indonesia.

Economia
— L’economia tedesca si è ridotta del 2.2 per cento nel primo quadrimestre del 2020, il peggior declino dalla crisi finanziaria del 2009.
— La World Bank annuncia un piano da un miliardo di dollari per aiutare l’economia indiana.
— L’economia statunitense nel 2020, fino a questo momento: PIL calato del 4.8 per cento, 36 milioni di disoccupati, 25 triliardi di dollari di debito nazionale. Nel mese di aprile, le vendite al dettaglio sono calate del 16.4 per cento, segnando un nuovo record al ribasso. Per settore: abbigliamento -78.8 per cento, elettronica -60.6, forniture -58.7, attrezzature sportive -38.0, ristoranti e bar -29.5, grandi magazzini -28.9, salute -15.2, alimentari -13.2, vendite online +8.4. La catena di hotel Hyatt annuncia il taglio di 1.300 posti di lavoro.
— Negli Stati Uniti la pandemia non ha colpito tutte le classi sociali allo stesso modo: le famiglie con un reddito annuale inferiore ai 40 mila dollari sono state colpite più duramente delle classi più abbienti. Sulla base dei dati della Federal Reserve, si stima che in questa fascia il 40 per cento delle persone siano state lasciate a casa da inizio aprile. Per comparazione, solo il 13 per cento delle famiglie con un reddito superiore ai 100 mila dollari l’anno sono state colpite. Si stima che nel Paese il numero di persone senzatetto possa aumentare del 45 per cento in conseguenza della pandemia.
— Il trading floor di New York Stock Exchange potrebbe riaprire parzialmente a partire dal 26 marzo.

Scienza
— L’OMS condanna l’idea di immunità di gregge come “pericolosa”. Il direttore esecutivo dell’organizzazione Michael Ryan ha affermato che è sbagliato pensare che i Paesi possano “magicamente” rendere le loro popolazioni immuni a Covid-19.
— Un nuovo studio pubblicato su Nature ha riportato due cani infetti in un campione di 15 nuclei abitativi. La sequenza genetica del virus proveniente dai cani è identica a quella rintracciata negli umani, e suggerisce che la trasmissione da uomo a animali, e viceversa, e’ possibile per SARS-CoV-2.
— Uno studio pubblicato su Health Affairs dimostra che, negli Stati Uniti, le aree in cui non sono state attivate misure di isolamento sociale hanno in media 35 volte il rate di diffusione del virus rispetto alle aree con misure di isolamento rigide.
— I suicidi in Giappone sono diminuiti del 20 per cento dall’inizio del lockdown. Il dato potrebbe riflettere una diminuzione media dei livelli di stress, dovuta anche al fatto di avere più tempo a disposizione da passare con la propria famiglia.
— Il vaccino sperimentale sviluppato a Oxford si è rivelato promettente in un piccolo studio che ha utilizzato un campione di sei scimmie. Alcune di queste avrebbero sviluppato gli anticorpi al virus in 14 giorni, dopo una singola iniezione di vaccino. Tutte le scimmie hanno sviluppato anticorpi entro 28 giorni. Il vaccino sembra aver protetto particolarmente bene la zona dei polmoni, ma il virus ha continuato a replicarsi attivamente nel setto nasale.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia