Report di giovedì 16 aprile

Come sta andando l’epidemia di Coronavirus nel mondo

Come sta andando l’epidemia di Coronavirus nel mondo
16 Aprile 2020 ore 19:34

Giovedì 16 aprile 2020

di Martino Ongis e Michele Venturini

WORLD. Il numero di casi confermati a livello mondiale ha raggiunto quota 2 milioni e 100 mila, mentre il numero di persone che si sono riprese ha superato il mezzo milione. In risposta alle accuse del governo USA, l’OMS annuncia che il loro avvertimento al mondo sul pericolo rappresentato dal nuovo Coronavirus risale al 5 gennaio. La Commissione economica per l’Africa (UNECA), Ente in seno alle Nazioni Unite, teme che nel Continente Nero possano morire addirittura 300 mila persone. Secondo il segretario generale dell’organizzazione internazionale, solo un vaccino per CV-19 potrà permettere all’umanità di tornare alla “normalità”. Dalla Francia al Sudan, da Hong Kong alla Bolivia: disordini sociali si stavano già registrando in numerosi Paesi nel periodo pre-pandemia, e secondo Bloomberg nel mondo post-CV-19 non faranno altro che aumentare, portando eventualmente a rivoluzioni. Secondo una spia del servizio di intelligence britannico MI6, la Cina avrebbe tentato di nascondere il primo cluster di infezioni nel Paese, mentre nel paese asiatico si registrano 46 nuovi casi, di cui 34 provenienti dall’estero. La Cina ha inviato 650 mila strumenti medici per il Coronavirus all’India, inclusi test per l’RNA e gli anticorpi. L’India supera quota 12 mila casi confermati (erano 73 lo scorso 11 marzo, e poco più di 4 mila lo scorso 5 aprile), e sospende il campionato nazionale di cricket fino a data da destinarsi. Brasile, 204 decessi e 3.058 contagi nelle ultime ventiquattro ore, mentre Bolsonaro si prepara a licenziare il ministro della salute. Il Giappone estende lo stato di emergenza a tutto il Paese, e annuncia un estensione della chiusura fino a inizio maggio. L’Australia annuncia che la chiusura durerà almeno altre quattro settimane, e discute con la Nuova Zelanda una possibile riapertura dei confini tra i due Paesi. Per il quarto giorno di fila, il numero di nuovi casi confermati di CV-19 in Corea del Sud è rimasto sotto i 30. Invece, per il quinto giorno di fila, il numero di casi in Russia registra un nuovo record giornaliero (3.448 nuovi casi ieri, e 34 nuovi decessi, per un totale di 27.938 casi confermati e 232 decessi). La Turchia riporta 4.281 nuovi casi e 115 nuovi decessi, per un totale di 69.392 casi e 1.518 decessi. L’Iran riporta più di 75 mila casi confermati. Nel continente africano, i decessi confermati per CV-19 raggiungono quasi quota 900. Almeno 18 le persone uccise in Nigeria a causa delle misure di isolamento sociale imposte nel Paese.

USA. Il numero di vittime ha superato le 30 mila. Trump ha comunicato che nel pomeriggio di giovedì annuncerà nuove linee guida per la riapertura. Aumentano le proteste in diverse parti del Paese da parte di gruppi di individui stufi della quarantena imposta dal governo. Il governatore dello Stato di New York, Andrew Cuomo, ha decretato che tutti i residenti devono indossare una maschera in pubblico. Lo Stato di New York (che ha più di 213mila casi confermati; era solo un 1 caso lo scorso primo marzo) annuncia che manderà ventilatori ad altri Stati: cento in Michigan e cinquanta in Maryland. A New York City, il sindaco de Blasio annuncia che piscine pubbliche e spiagge rimarranno chiuse in estate, e chiede che lo stimolo federale alla città sia di almeno 7.5 miliardi di dollari: quello che la città ha perso in guadagni (lo stimolo federale ricevuto fino ad ora ammonta a 1.4 miliardi). Numeri di ospedalizzazioni, persone in terapia intensiva, e persone testate positive che continua ad aumentare. Almeno undicimila le stanze di albergo che nella Grande Mela verranno messe a disposizione di persone testate positive a CV-19 che hanno paura di infettare i membri delle loro famiglie. La città annuncia anche un piano da 170 milioni di dollari per combattere la fame. L’azienda di trasporti pubblici annuncia che pagherà 500 mila dollari alle famiglie dei dipendenti deceduti per CV-19 (59 per ora), e che alle stesse famiglie garantirà almeno tre anni di assicurazione sanitaria. Il governatore della Pennsylvania ha emesso un ordine che richiede a tutti i lavoratori e clienti di attività essenziali di indossare mascherine nei luoghi di lavoro o acquisto. La dichiarazione del governatore del Colorado in relazione alle misure di quarantena: «Vogliamo dissipare qualsiasi nozione per cui le cose tornino come prima». New Orleans annuncia un estensione delle misure di quarantena almeno fino al 16 maggio. Nella contea di Los Angeles si registra il record di decessi giornalieri causati da CV-19 (42, per un totale di 402). Tutti i residenti di LA con sintomi da Coronavirus hanno adesso accesso a test con responso il giorno stesso o il giorno dopo.

EUROPA & ITALIA. Il Vecchio Continente si avvicina al milione di contagi, e con 90 mila morti rappresenta il 66 per cento circa dei decessi globali. In Gran Bretagna superati i 100 mila casi. Preoccupa la Spagna, che vede ancora crescere su base giornaliera sia i decessi (+551) che i contagi (+5.183), superando i 180 mila contagiati totali, seconda solo agli USA. Il numero di vittime in Catalogna è passato da 3.756 a 7.097 dopo che sono state incluse nel conteggio le morti nelle case di riposo e di cura. Sono almeno 27 mila gli operatori sanitari nella penisola iberica che sono stati testati positivi al Coronavirus. Quasi 30 mila contagi accertati in Olanda. Secondo un nuovo studio, almeno il 3 per cento degli olandesi avrebbe già sviluppato gli anticorpi contro SARS-CoV-2, risultato che presupporrebbe la presenza di 600 mila casi non tracciati. La portaerei nucleare francese Charles De Gaulle ha fatto registrare ben 668 contagiati tra il personale presente a bordo, su un totale di quasi duemila persone. Settecentocinquanta nuovi contagi in Portogallo. La Svizzera annuncia un programma di riapertura di business e scuole in tre atti, a partire dal 27 aprile. Il numero di casi in Germania cresce per la prima volta in una settimana (2.543 nuove infezioni, per un totale di 134.753), così come il numero di nuovi decessi (309, portando il totale a 3.804). Sono circa 72.600 le persone ad essersi riprese dal virus nel Paese. Slovenia: sembra che in almeno il 10 per cento delle case di riposo sia stata confermata la presenza di infezioni da Coronavirus, e che l’80 per cento dei pazienti di queste abbiano sintomi moderati. In Italia si registra la più bassa percentuale di persone positive al test dall’inizio della pandemia. Il presidente della Commissione Europea ha offerto delle «scuse sentite» al nostro Paese per aver trascurato la situazione italiana all’inizio della pandemia . La Sicilia, sulla scorta di una situazione epidemiologica migliore di molte altre regioni, spinge per riaprire il 4 maggio. Sulla medesima linea anche Lombardia e Veneto. Sale a 127 il bilancio dei medici deceduti in Italia.

ECONOMIA. Secondo uno studio dell’Università Cattolica, dei 32 Paesi più avanzati al mondo l’Italia è quello che per rispondere alla pandemia ha stanziato meno risorse in proporzioni al PIL, se si escludono Corea del Sud e Portogallo. Il prezzo del petrolio è sceso di 36 dollari al barile quest’anno, di cui 22 dipendono dal calo della domanda. Il CEO di Allianz ha annunciato che il coronavirus ha colpito l’industria delle assicurazioni «come un meteorite», ribaltando tutti i loro modelli di business. Secondo Jeff Bezos, la riapertura economica dipenderà dalla disponibilità di test su larga scala. Amazon ha sospeso l’account di 6 mila venditori che hanno inflazionato i prezzi dopo lo scoppio della pandemia. USA: il governo ha già investito 6 trilioni di dollari per fronteggiare la crisi del Coronavirus, ma secondo alcuni esperti il dato potrebbe aumentare. Il fondo governativo da 350 milioni di dollari istituito per aiutare le piccole aziende e i commercianti ha già esaurito i fondi disponibili. Altri 5 milioni di persone hanno compilato una domanda di disoccupazione questa settimana, portando il totale dell’ultimo mese a 22 milioni di richieste, e bruciando in quattro settimane il numero di lavori che erano stati creati negli ultimi dieci anni. Più di 600 mila persone hanno firmato una petizione per chiedere che le persone che lavorano per il servizio postale ricevano un aumento per il rischio che stanno correndo. Il mercato delle costruzioni ha registrato a marzo il suo peggior calo dal 1984. Lo Stato della California decide di dare 500 dollari a testa a 150 mila immigrati senza documenti. La catena di negozi di tecnologia statunitense Best Buy annuncia che congederà 51 mila dipendenti a partire da domenica. Starbucks annuncia che espanderà gradualmente le sue attività non appena si inizierà a registrare un appiattimento regolare della curva dei contagi nel Paese. In meno di undici giorni, la General Motors ha convertito parte delle sue fabbriche per la produzione di ventilatori, e che 30 mila ventilatori saranno pronti entro agosto. L’amministratore delegato di Google, Sundar Pichai, ha detto che l’azienda diminuirà le nuove assunzioni almeno fino a fine anno, mentre l’università di Harvard ha annunciato tagli a stipendi e nuove assunzioni.

VARIE. Secondo un nuovo studio scientifico, il Coronavirus può sopravvivere ad alte temperature per lungo tempo. Nonostante il virus attacchi prevalentemente i polmoni, i dottori stanno trovando danni significativi anche a reni, cuore e altri organi. ll gran muftì di Gerusalemme, lo sceicco Muhammad Hussein, ha annunciato che anche durante il Ramadan (che dovrebbe cominciare il 23 aprile) tutte le moschee resteranno chiuse. Facebook annuncia di aver “flaggato” almeno 40 milioni di informazioni come non affidabili nel solo mese di marzo. Lo scrittore Luis Sepúlveda è deceduto a causa del Coronavirus. Il Presidente Trump ha organizzato una conference call con i Commissioner delle principali Leghe sportive americane (NBA, NFL, NHL, MLB, UFC e WWE) per discutere della riapertura dei vari campionati. Brian Allen degli LA Rams è il primo giocatore della National Football League a risultare positivo. Leonardo Di Caprio e Robert De Niro hanno offerto un cameo nel prossimo loro film “Killers of the Flower Moon” a chi donerà soldi per la lotta a CV-19.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia