Decisione di Palazzo Frizzoni

I dehors animeranno le strade e le piazze di Bergamo fino alla fine dell’anno

Il sindaco Gori firmerà anche un’ordinanza che modificherà già da sabato 10 ottobre le regole sull’asporto e sul consumo delle bevande sul suolo pubblico

I dehors animeranno le strade e le piazze di Bergamo fino alla fine dell’anno
Bergamo, 09 Ottobre 2020 ore 15:23

Nei mesi estivi abbiamo imparato ad apprezzarli, anche perché hanno colorato e animato le principali strade e piazze di Bergamo. La loro installazione ha rappresentato una vera e propria boccata d’ossigeno per gli esercenti che uscivano dal periodo del lockdown e per questa ragione Palazzo Frizzoni ha prorogato fino al 31 dicembre i dehors autorizzati a favore delle attività di somministrazione di alimenti e bevande sul territorio cittadino. Il tutto a titolo gratuito: la Giunta ha infatti anche l’esenzione totale del canone di occupazione su spazi e aree pubbliche fino alla fine del 2020, estendendola ai giostrai.

Faranno però eccezione i dehors collocati sulle corsie preferenziali dedicate agli autobus di linea. In Borgo Santa Caterina, infatti, sono già stati smontati, mentre quelli lungo via Broseta rimarranno attivi solo nei fine settimana di ottobre. Per quanto riguarda le strutture poste in Piazza della Libertà, l’Amministrazione ha fatto sapere che «si riserva l’adozione di un separato provvedimento, sulla base della compatibilità degli stessi con la collocazione della tradizionale pista di pattinaggio in occasione del periodo natalizio».

Inoltre, l’Amministrazione sta studiando un’ulteriore proroga per il 2021, ma questo provvedimento terrà conto di ciò che nel frattempo verrà deciso dal Governo col Dpcm atteso la prossima settimana. Nel complesso, comunque, l’iniziativa promossa in estate ha avuto successo, sia sul fronte commerciale sia su quello del contenimento dei contagi. In totale, il Comune di Bergamo ha valutato e approvato circa 200 pratiche di ampliamento e di nuove installazioni di spazi esterni a bar e ristoranti.

Nel contempo, Palazzo Frizzoni è al lavoro per emanare un secondo provvedimento per limitare la diffusione dei contagi. Il sindaco Giorgio Gori firmerà un’ordinanza che modificherà a partire da sabato 10 ottobre le regole sull’asporto e il consumo delle bevande sul suolo pubblico. Il divieto di asporto e consumo, che ha accompagnato le attività di ristorazione e somministrazione dal mese di giugno, rimarrà in vigore fino alla fine dell’anno solo per le serate di giovedì, venerdì e sabato, dalle 22 fino alle 6 del mattino successivo.

Sarà quindi vietata la vendita d’asporto e il consumo di bevande alcoliche e non alcoliche, ad esclusione dell’acqua, mentre sarà sempre consentita la somministrazione sia all’interno dell’attività (anche al bancone, purché rispettando le norme sul distanziamento tra i clienti) sia all’esterno dei locali, esclusivamente con servizio al tavolo. Anche per questa ragione è raccomandata la prenotazione attraverso la webapp #prenotabergamo.

Il divieto è esteso a qualsiasi area pubblica, compresi parchi, giardini e ville aperte al pubblico. Infine, l’ordinanza consente la vendita d’asporto agli esercizi di vicinato, alle attività artigianali, ai distributori automatici e alle medie e grandi strutture di vendita, purché le bevande siano in contenitori chiusi.

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia