Menu
Cerca
La speranza

La prima vaccinata ultraottantenne bergamasca è suor Annetta, che sabato compie 101 anni

Iniziata la campagna per gli over 80 in provincia. Prime somministrazioni al Bolognini di Seriate: i complimenti di Bertolaso per la macchina organizzativa e il sorriso della sorella, che ha ricevuto un bellissimo regalo di compleanno

La prima vaccinata ultraottantenne bergamasca è suor Annetta, che sabato compie 101 anni
Pensare positivo Seriate, 18 Febbraio 2021 ore 12:42

di Mattia Cortese

La speranza per Bergamo inizia dall'ospedale Bolognini di Seriate: alle 8.30 di oggi, giovedì 18 febbraio, sono infatti partite le operazioni di vaccinazione degli anziani dagli 80 anni in su, che hanno visto anche il sopralluogo del super-consulente per la campagna di vaccinazione anti-Covid della Regione Lombardia Guido Bertolaso, il quale si è complimentato con i responsabili della macchina organizzati e si è raccomandato affinché si rispettasse la tabella di marcia nelle prossime settimane.

Bertolaso sarà probabilmente presente anche alla Fiera di Chiuduno, un altro futuro importante capitolo della campagna vaccinale.

5 foto Sfoglia la gallery

La dottoressa Adriana Alborghetti, responsabile della fase di vaccinazione, nonché della direzione Professioni sanitarie e sociali, ha spiegato che si è seguito il criterio di anzianità, per cui si è partiti dagli ultracentenari. «Con i giovani si sarebbero potute fare 120 vaccinazioni in questa giornata, ma il carattere di fragilità e la necessità di attenzione con questi anziani ci ha fatto stimare un totale di 60 vaccinazioni per la fine della giornata», ha precisato la responsabile. Che ha poi proseguito: «Sapevamo che la partenza sarebbe stata delicata, abbiamo pianificato tutto meticolosamente, qui non si è dormito la notte».

La prima a essere vaccinata è stata suor Annetta Gervasoni, bergamasca che proprio sabato (20 febbraio) compirà 101 anni. È arrivata la mattina presto e conclusa la somministrazione se è andata, quasi senza fermarsi, dal centro vaccinale con le consorelle: «Tutto è andato bene, siamo felicissime», hanno raccontato queste ultime.