Menu
Cerca
Propaganda e realtà

Degrado alla Malpensata: scintille a Palazzo Frizzoni sul parco di via Mozart

Il consigliere leghista Alessandro Carrara torna alla carica sul tema sicurezza, denunciando come il racconto dell'Amministrazione di Bergamo venga smentito dalla realtà dei fatti

Degrado alla Malpensata: scintille a Palazzo Frizzoni sul parco di via Mozart
Politica Bergamo, 27 Aprile 2021 ore 11:08

Non è la prima volta che la Malpensata viene portata come esempio dal consigliere della Lega Alessandro Carrara per denunciare episodi di degrado nelle zone più periferiche di Bergamo. Non più tardi di una settimana fa, attaccando Palazzo Frizzoni proprio sul tema della sicurezza, dei controlli da parte della polizia locale e della riqualificazione del parco di via Mozart, Carrara aveva detto che l’amministrazione racconta una «città che non esiste nei fatti».

Il consigliere è tornato alla carica pubblicando ieri, lunedì 26 aprile, sul proprio profilo Facebook l’ennesima fotografia scattata proprio nell’area verde di via Mozart, dove il Comune ha da poco realizzato un nuovo parco avventura. Nell’istantanea, intitolata dal consigliere del Carroccio “Propaganda vs realtà”, un uomo è seduto su un ceppo con in mano una bottiglia di birra; davanti a lui, poggiate su un tavolino e a terra, se ne contano almeno altre sette.

«Questa è la dimostrazione di come i racconti di una Bergamo che non esiste cozzino con la realtà dei fatti – denuncia Alessandro Carrara -. La Malpensata dopo le 18 è territorio di degrado ed insicurezza: spaccio, bivacco e risse sono all’ordine del giorno. Qualcuno (un riferimento velato all’assessore al verde pubblico Marzia Marchesi ndr) continua a raccontare favole parlando di bambini che giocano allegramente e di un’area che sta rinascendo, la verità è che queste descrizioni valgono solo per le prime ore del mattino e tanti genitori comunque giustamente lamentano il fatto che non hanno piacere a portare i propri figli in posti dove la sera prima si sono verificati episodi di degrado. I cittadini iniziano ad essere stufi, bisogna passare ai fatti come richiesto più volte. Basta raccontare balle».

E proprio l’assessore Marchesi, sentitosi chiamata in causa, ha risposto a Carrara dalle colonne di Corriere Bergamo evidenziando che è da dimostrare che una persona che pranza porti degrado. E in merito alla proposta avanzata dal consigliere leghista di installare una recinzione intorno al parco avventura ha fatto sapere che chiederà alla rete sociale per capire se la ritengono una soluzione utile.