L'altra faccia del mercato

Si parla molto di attaccanti ma, a oggi, la Dea ha bisogno di nuovi innesti in altri reparti

Ci sono delle priorità nella costruzione della rosa dei bergamaschi. Dietro e sulle fasce c'è un oggettivo bisogno di nuovi giocatori

Si parla molto di attaccanti ma, a oggi, la Dea ha bisogno di nuovi innesti in altri reparti
Pubblicato:
Aggiornato:

di Fabio Gennari

Al netto delle voci che riguardano gli attaccanti (Zaniolo è molto chiacchierato ma non è l'unico profilo sul tavolo), l'Atalanta in questo momento ha priorità decisamente più importanti in altre zone del campo.

Il fatto che non se ne parli non significa che i dirigenti della Dea che si occupano del mercato non siano sul pezzo ed è abbastanza evidente che un difensore centrale e un esterno di fascia destra siano fondamentali nella costruzione del gruppo. Soprattutto pensando al raduno del 10 luglio.

Con Scalvini fuori fino a dicembre dopo la rottura del crociato, l'Atalanta ha in rosa Hien, Djimsiti e Kolasinac, che sono un terzetto titolare di assoluto livello, ma che non bastano. Nella speranza che Toloi non venga ancora tormentato dai problemi fisici, in difesa mancano uno o forse addirittura due elementi di sicuro affidamento.

Ci sono voci su Balerdi del Marsiglia, qualche media fa il nome di Bijol (Udinese) e non va nemmeno dimenticato il mercato degli svincolati (Hermoso, ex Atletico Madrid, ha tanti estimatori ma non ha ancora firmato con nessuno): nei prossimi dieci giorni, un innesto in questa zona del campo sarebbe davvero importante.

Passando agli esterni di centrocampo, con Gosens che alla fine andrà ad una tra Bologna (favorita) e Benfica, l'Atalanta ha "perso" Holm e sta seguendo alcuni profili per la fascia destra. Si dice che il favorito numero uno sia impegnato a Euro 2024, ma di nomi non ne circolano. Anche in questo caso, i prossimi giorni dovrebbero essere quelli decisivi per l'inserimento in organico di un elemento che possa giocare (anche da protagonista) sulla corsia di destra.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali