Economia
L'annuncio

Un nuovo polo logistico prenderà casa a Morengo: sarà il quindicesimo nella Bassa

Verrà realizzato dove ora si trova la cascina Maggiolina. Il sindaco: «porterà centinaia di posti di lavoro»

Un nuovo polo logistico prenderà casa a Morengo: sarà il quindicesimo nella Bassa
Economia 25 Giugno 2022 ore 14:59

Anche Morengo avrà il proprio polo logistico, il quindicesimo realizzato negli ultimi quattro anni attorno alla Brebemi. L'area designata per la sua realizzazione è la cascina Maggiolina, tra l'ex statale 525 e la nuova variante verso il casello dell'autostrada A35. All'interno 166 mila metri quadrati – che ora ospitano serre e campi – il piano di intervento integrato realizzerà un maxi capannone da 70 mila metri quadrati e alto fino a quindici metri, a cui ne verranno aggiunti altri mille per la costruzione di un altro immobile – forse un albergo o un supermercato. Il procedimento di Vas (Valutazione ambientale strategica) è già stato aperto a fine maggio dall'amministrazione Comunale.

Chi si occuperà della costruzione è la piemontese Techbau, la stessa che ha realizzato il centro di smistamento Amazon a Cividate. Come spiega il Corriere Bergamo (che ha riportato la notizia), ci sarà anche una rivoluzione delle previsioni del Pgt. Innanzitutto verrà cancellata la bretella di collegamento tra Morengo e il futuro polo, che in fase di realizzazione ingloberà anche la strada comunale che porta alla cascina. La superficie destinata a logistica passerà da 53 mila a 70 mila metri quadrati, quella destinata al terziario scenderà a mille. Anche gli edifici della Maggiolina, ricostruiti negli anni Ottanta, verranno demoliti.

In più, è previsto un altro cambiamento nei piani del Comune, che risulteranno in una somma di 5,6 milioni di euro. Innanzitutto l'Amministrazione rinuncerà al nuovo polo scolastico (valore di due milioni di euro) la cui realizzazione era prevista in contemporanea all'intervento della Maggiolina. Il Comune riceverà quindi 3,2 milioni di euro, a cui vanno aggiunti 1,5 milioni per la bretella che non si farà e 201 mila euro per la strada comunale inglobata. Altri 737 mila euro arriveranno dagli oneri primari e secondari, costo di costruzione e smaltimento rifiuti. Risultato complessivo: 5,6 milioni di euro, che serviranno a Morengo per risarcire una somma in seguito ad alcuni espropri realizzati negli anni Ottanta.

Quindici impianti logistici in quattro anni

Quell'area, ha spiegato il sindaco Amilcare Signorelli, era destinata a logistica già dal 2009 e la Techbau ha acquistato i terreni lo scorso anno. Un'occasione importante – ha aggiunto – che per Morengo sarà «una svolta» e che porterà centinaia di posti di lavoro. Ancora non è chiaro chi sarà l'operatore finale, ma il primo cittadino non ha dubbi sull'utilizzo dei cinque milioni di euro ricevuti: «non è difficile da capire visto che abbiamo appena ottenuto un finanziamento da 475 mila euro per progettare un nuovo polo scolastico e una palestra» ha spiegato.

Quello di Morengo sarà il quindicesimo impianto che trova casa nei pressi della Brebemi. Nel giro di quattro anni, infatti, è stato un continuo fiorire di imprese logistiche: apripista il centro di smistamento Amazon di Casirate. In seguito sono stati realizzati il magazzino Finiper (a Casirate), i magazzini Italtrans a Calcio e Covo, Magris a Fara Olivana, Md a Cortenuova e un nuovo centro Amazon a Cividate al Piano. In via di realizzazione la logistica di Calvenzano (che ne ha altre due in via di autorizzazione). Senza contare il progetto Mirastar a Caravaggio e altri due a Palosco e Calcio.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter