Rimpastone in arrivo?

Gallera, da papabile sindaco di Milano ad assessore traballante. Chi è il suo possibile sostituto

Si fanno sempre più insistenti le voci che vorrebbero il numero uno dell'assessorato regionale al Welfare rimosso dal suo incarico. Al suo posto, prende quota il nome del dottor Zuccotti

Gallera, da papabile sindaco di Milano ad assessore traballante. Chi è il suo possibile sostituto
Politica 05 Gennaio 2021 ore 15:20

Sembra giunta al termine, questa volta per davvero, l’esperienza di Giulio Gallera alla guida dell’assessorato regionale al Welfare. Non è la prima volta che il suo ruolo viene messo in dubbio, dall’inizio della pandemia a oggi, ma ora pare proprio che anche i suoi colleghi di Giunta si siano convinti. E così, entro metà mese (prima del 19 gennaio, quando ci sarà il prossimo Consiglio di Giunta), è molto probabile che la maggioranza arrivi a un accordo per cambiare l’esponente di Forza Italia, oggi su Repubblica apertamente criticato anche dal sindaco di Bergamo Giorgio Gori per il «ritardo sconcertante» sui vaccini.

L’assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera

E pensare che, neppure dieci mesi fa, Gallera era uno dei papabili candidati del centrodestra alla carica di sindaco di Milano. Del resto, l’avvocato ex consigliere comunale e assessore a Palazzo Marino era, allora, il volto politico della lotta lombarda al coronavirus. La personalità più esposta mediaticamente della Giunta, più anche del governatore Fontana. Da quel momento, però, è iniziata anche la sua parabola discendente. Tanto rapida quanto l’ascesa e trainata soprattutto dalle sue stesse gaffe.

Tra dichiarazioni errate (come quella sull’indice di trasmissibilità del 22 maggio) e corse in violazione dei Dpcm, tra negazioni di ogni tipo di responsabilità e (ultima in ordine cronologico) giustificazioni dei ritardi sulla somministrazione dei primi vaccini anti-Covid, anche il leader leghista Matteo Salvini non ha più escluso, nelle ultime ore, una sua rimozione dal Welfare regionale. A maggior ragione dopo che gli stessi esponenti del Carroccio in Regione avevano pubblicamente preso le distanze dalle dichiarazioni di Gallera sui vaccini anti-Covid («Trovo agghiacciante la classifica di chi finora ha vaccinato più persone. Abbiamo medici e infermieri in ferie, non li faccio rientrare in servizio per un vaccino»).

Il dottor Gian Vincenzo Zuccotti

Gallera, però, potrebbe non essere tagliato fuori dalla Giunta. Rappresenta Forza Italia, partito parte della maggioranza, e dunque a lui potrebbe essergli affidato un assessorato meno rilevante, sostituendo qualche altra “testa” meno politicamente pesante. Al Welfare, invece, sta prendendo quota il nome di Gian Vincenzo Zuccotti, medico di 63 anni, preside della facoltà di Medicina dell’università Statale di Milano e direttore del reparto di Pediatria e Pronto soccorso pediatrico dell’ospedale dei bambini Vittore Buzzi di Milano. Un tecnico di alto profilo, dunque. E se ciò dovesse accadere, la Giunta Fontana compirebbe un completo “restyling” del suo assessorato al Welfare dopo che, a giugno, il direttore generale Luigi Cajazzo è stato sostituito da Marco Trivelli. Una forma di ammissione implicita del fatto che, da quelle parti, qualcosa nella gestione dell’emergenza Covid davvero non ha funzionato.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità