coronavirus

Val Seriana “zona rossa”? Per ora no, il medico dell’ospedale di Alzano contagiato è stato isolato

Val Seriana “zona rossa”? Per ora no, il medico dell’ospedale di Alzano contagiato è stato isolato
Val Seriana, 26 Febbraio 2020 ore 12:01

C’è preoccupazione in Val Seriana. I numerosi casi di Coronavirus accertati a Nembro (con anche un decesso) e quasi tutti provenienti dall’ospedale Pesenti-Fenaroli di Alzano Lombardo hanno comprensibilmente scatenato la preoccupazione delle persone del posto, ma anche di chi da quelle parti lavora o è passato nei giorni scorsi. Lo stesso assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera, nella conferenza stampa di ieri, 25 febbraio, ha ammesso che la situazione dell’ospedale di Alzano è sotto osservazione.

Al momento, però, non è stata presa alcuna misura straordinaria. L’area seriana resta “zona gialla”, così come tutta la Lombardia a esclusione dei dieci Comuni del lodigiano ritenuti il focolaio del contagio in corso. Non è una cosa da poco: significa che le autorità non considerano Alzano, Nembro e dintorni come casi preoccupanti, al di là delle paure di chi lì vive. In altre parole, per ora non si ritiene che in Val Seriana ci sia un focolaio, come abbiamo spiegato anche noi di PrimaBergamo.

L’assessore Gallera, infatti, ha precisato: «La situazione va monitorata, perché tutto potrebbe essere partito da un medico dell’ospedale di Alzano infetto». Ecco il punto: i casi non sarebbero figli di un contagio esteso nella comunità, bensì di un cosiddetto “contagio ospedaliero”, purtroppo uno dei più frequenti, ma anche uno dei più gestibili se individuato in tempi stretti. E ci sono conferme, in tal senso: Varesenews, infatti, ha reso noto che un medico residente nel varesotto ma dipendente del Pesenti-Fenaroli è attualmente ricoverato all’ospedale di Legnano e i test effettuati hanno confermato il contagio da Coronavirus. Questo fatto “delimiterebbe” il contagio all’ospedale seriano (e non a tutta la comunità locale) ed escluderebbe, almeno per ora, la decisione di attuare misure più restrittive sull’area.

La conferma della non attivazione, almeno per il momento, di una “zona rossa” in Val Seriana è arrivata nel primo pomeriggio direttamente dall’assessore Gallera, il quale, intervistato su BergamoTv, ha dichiarato: «Alle persone di Alzano e di Nembro dico di stare tranquille. Stiamo investigando sui contatti diretti, stiamo gestendo la situazione con la migliore efficienza possibile. Voglio trasmettere serenità e tranquillità. Al momento è esclusa l’attivazione di una “zona rossa”. Altre valutazioni saranno fatte nel fine settimana, quando valuteremo anche sulle deroghe decise».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia